Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Ruzzle’

Paroliere_imgRUZZLE somiglia molto al vecchio “Paroliere”, ma non c’è bisogno di agitare i 16 dadi dentro la scatola di plastica trasparente.

Ci si sfida in due su una griglia di 16 lettere con l’obiettivo di realizzare il punteggio più alto possibile componendo il maggior numero di parole, trascinando le dita sul display in alto, basso, a destra o sinistra e in diagonale magari sfruttando i simboli colorati che con sentono di radoppiare o triplicare la lettera o la parola. Vince chi, al termine dei tre round (ciascuno della durata di 2’) raggiunge il maggior punteggio.

Valgono tutte le parole di senso compiuto meno che i nomi propri, gli articoli, le preposizioni e parole apparentemente senza senso, ma contemplate dal vocabolario italiano (Zanichelli).

Il gioco è collegato ai social network Facebook e Twitter da cui è possibile selezionare i concorrenti con cui giocare, ma si può anche scegliere un avversario casuale e fare nuove amicizie. Gli obiettivi raggiunti possono essere condivisi con il proprio profilo su Facebook per fare sfoggio della propria bravura. Durante la partita è possibile anche chattare.

E’ un gioco veloce, divertente che (se vogliamo illuderci) allena il cervello e il nostro vocabolario.
La partita va giocata entro 72 ore. Superato questo termine si perde con il punteggio di 300 a zero. Un modo come un altro per limitare i “tempi morti”: l’attesa per l’autobus, i treni, tram, visite mediche, incontri di lavoro o pause pranzo.

I numeri che ruotano intorno alla Ruzzle mania sono impressionanti: disponibile in 10 lingue, 25 milioni di giocatori in 128 paesi, ogni giorno nel mondo si giocano partite pari a 115 anni.

Il gioco è stato creato dalla società svedese Mag Interactive e rilasciato nove mesi fa (col nome Rumble) in Svezia, Danimarca, Norvegia e Olanda. Tra ottobre e novembre, l’applicazione è stata ribattezzata col nome Ruzzle ed è stata lanciata in Spagna e Italia e, da allora, gli italiani hanno sviluppato una seria dipendenza da Ruzzle. E non è escluso che diventi presto anche un programma televisivo a cura di Jerry Scotty.

Disponibile per iOS e Android, si può giocare nella versione free, ma al costo di € 2,69 è possibile usufruire della versione Premium con la possibilità di fare delle partite di allenamento, liberarsi della pubblicità, visualizzare le statistiche, le parole trovate e possibili.

Esistono anche delle applicazioni per barare, ma l’auspicio è sempre quello di trovare dei concorrenti onesti, d’altra parte “l’importante è partecipare!

PS: a proposito, se vuoi sfidarmi il mio nickname è “steny74“.

Partirà l’11 marzo il Campionato Nazionale di Ruzzle per per iscriverti vai su http://www.ruzzoliamo.it/facebook/ e inserisci il mio codice amico: Stefania6774. Avrai in regalo una vita.
Maggiori info su http://gadget.wired.it/news/applicazioni/2013/03/07/campionato-nazionale-ruzzle-427585.html
ruzzle logo

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: